I Sette Raggi: quale film la tua anima vuole girare sulla Terra?

Le origini e le caratteristiche del metodo

A. A. Bailey

L’analisi dei sette raggi è un metodo di aiuto olistico che ho messo a punto dopo anni di studio e di riflessione sulle classiche opere di A. Bailey, E. Cosgrove, D. V. Tansley e i nostri connazionali coniugi F. e G. Vairetto, R. Assagioli e A. M. La Sala Batà, e grazie alla sperimentazione sul campo (avvalendomi di diversi volontari, che mi hanno dato in molti casi ottimi feed-back, come puoi vedere nei commenti qui sotto).  

D.V. Tansley

Questo strumento si integra perfettamente con l’indagine sul campo energetico (leggi i miei articoli sul campo energetico vivente) e, eventualmente, anche con il Riequilibrio Pranico nel senso che si tratta di tre metodi che, se integrati in un’ottica olistica, possono descrivere al meglio la natura sottile dell’essere umano.

Foto di Monica Silvestre da Pexels

Nel metodo dei Sette Raggi assumiamo che ognuno di noi è costituito da un principio superiore di natura non materiale (anima) che interagisce continuamente con la dimensione spirituale. Prima della nostra nascita la nostra anima sceglie i veicoli (o corpi sottili, che nella vita adulta possono essere integrati dalla personalità) con i quali fare esperienza nella dimensione terrena.

Quale film vuole realizzare l’anima con te?

Foto di Obregonia D. Toretto da Pexels

Ora descriviamo la specificità del mio metodo attraverso una metafora cinematografica.

La dimensione spirituale (lo Spirito) rappresenta l’infinito archivio di tutte le possibili sceneggiature, l’anima è il regista che, scegliendone una, vuole realizzare un film. I corpi sottili (fisico, emozionale e mentale) sono gli attori, la personalità (l’insieme dei nostri corpi che formano il costrutto sociale utile per stare nel mondo, ma che non necessariamente è in sintonia con la nostra essenza, che è l’anima) è il coordinatore degli attori (e, se collabora con l’anima, è anche l’aiuto regista), la Terra è il set e… la tua vita è il film!

L‘obiettivo del lavoro di analisi dei Sette Raggi è quello di comprendere qual è il volere della tua anima, al di là della personalità. L’idea è che seguendo la prima senza cadere negli irretimenti della seconda, possiamo davvero vivere una vita con uno scopo (che, a mio parere, è lo scopo della vita).

Nella nostra esistenza seguire esclusivamente la nostra personalità (culto dell’ego, denaro, carriera, fama e potere) spesso significa inseguire una grande chimera, passando da un’illusione all’altra per poi ritrovarsi alla fine con molti rimpianti e qualche rimorso.

Al contrario, comprendere la natura della nostra anima e allinearsi al suo volere può significare vuol dire vivere una vita felice. A scanso di equivoci, vorrei chiarire che “felice” non significa “facile e indolore”, ma che in ogni momento, che può essere più o meno piacevole, abbiamo la sensazione di percorrere il nostro vero cammino.

Come si svolge la sessione?

Photo by Priscilla Du Preez on Unsplas

-) L’operatore effettua l’analisi del make-up dei raggi di anima, corpi e personalità e raccorda tutte le informazioni per ricostruire un quadro coerente (anche con l’eventuale analisi energetica effettuata in precedenza)

-) Successivamente avviene un colloquio nel quale, oltre all’illustrazione dei raggi principali di queste componenti, si individuano gli aspetti limitanti del proprio “cast”, ossia le inclinazioni della personalità (nel senso visto sopra) che possono generare le grandi illusioni ma anche i punti di forza, ossia quelli maggiormente evolutivi, comprese le nostre innumerevoli risorse interiori e i talenti.

-) Il tutto viene messo in relazione a una valutazione del proprio focus attuale (se sulla personalità o sull’anima) e vengono date indicazioni concrete per lavorare su di sé ogni giorno, a livello energetico, proteggendo le proprie fragilità e trasformando i propri punti deboli in punti di forza e aumentando le proprie risorse.

L’obiettivo è quello di seguire sempre di più la specificità della propria anima trasformando la personalità nel suo strumento di espressione.

A chi è rivolto?

Ecco i requisiti per accedere a questa consulenza:

-) aver compiuto almeno 18 anni

-) desiderare conoscersi

-) essere disposti al cambiamento

-) sapere che la realizzazione comporta delle rinunce ma anche grandi conquiste!

Attenzione:

-) Non si tratta di una percorso di terapia psicologica né di cura del corpo o della mente, per i quali occorre rivolgersi alle competenti strutture e servizi socio- sanitari o psicoterapeutici.

-) E’ un percorso di autoconoscenza e di riflessione sulle proprie caratteristiche interiori finalizzato alla conoscenza del vero sé e al proprio sviluppo spirituale.

-) Non ha a che fare con alcuna religione, è chiaro però che il metodo presuppone che non siamo fatti soltanto di materia fisica e di energia elettromagnetica, e quindi non è adatto a chi ha una visione esclusivamente materialista della vita.

Per ogni altra informazione contattami a per@paolorecaldini.info

5 commenti

  1. Ringrazio Paolo per l’analisi lucida che ha fatto dei raggi che mi governano.
    La qualità delle informazioni che questo metodo ha rivelato è stata una sorpresa.
    Mi è stata data la possibilità di vedere la mia vita da una diversa prospettiva, rivedendo sotto una nuova luce gli avvenimenti e le scelte della mia esistenza.
    Paolo utilizza con competenza e rigore professionale questo strumento, estremamente valido, che evidenzia i punti di forza e le debolezze su cui lavorare per evolvere.
    Non nascondo di aver avuto qualche rivelazione inattesa che, a posteriori, è risultata preziosa nella gestione delle relazioni e nelle scelte di vita.
    Consiglierei vivamente a tutti questa esperienza.

     

  2. Si tratta di uno strumento davvero interessante e utile per interpretare dinamiche dei nostri comportamenti: discernere così quelle che erano interpretazioni della mente che giudica da quelli che erano e sono predisposizioni di esperienza. Questo rimettere ordine aiuta certamente a proseguire più spediti, con maggiori certezze, più consapevolezza negli strumenti propri calmierando la mente giudicante, quindi maggiore presenza nelle proprie azioni.
    Si tratta di uno strumento apparentemente semplice nella realizzazione, ma potente e chiaro. Dico apparentemente perché dietro c’è sicuramente un profondo lavoro di studio serio da parte di Paolo oltre di esperienza.
    Grazie dell’opportunità!

  3. Grazie di cuore Paolo per aver lavorato con me sui miei 7 raggi…li consiglierei a tutti voi perché ho capito tante cose di me stessa e come dovrei lavorare al meglio per il mio sviluppo evolutivo…esperienza meravigliosa.

  4. Roberto Gandolfo

    Credo molto nell’importanza di raggiungere un sano equilibrio tra Corpo Mentale, Fisico, Spirituale ed Emotivo.

    L’esperienza dei Sette Raggi mi ha portato qualcosa di molto prezioso: una sorta di “manuale di istruzioni” di come funzionano ed interagiscono tra loro i vari Corpi che mi compongono.

    Queste informazioni le ho trovate davvero molto preziose perchè non solo le ho sentite molto “mie” ma il vederle esplicitate mi ha portato una grande chiarezza riguardo ai miei meccanismi automatici di risposta ai vari eventi della Vita.

    Uno degli aspetti più difficili sta proprio nel riconoscere i propri Schemi Comportamentali che, siccome vengono attivati “in automatico”, a volte non riconosciamo affatto che siano degli Schemi.

    Grazie al lavoro fatto con Paolo, sono venuti alla luce molti dei miei Schemi Primari e il solo fatto di averli riconosciuti mi ha dato “una marcia in più” per poterli gestire.

    Grazie Paolo

  5. Un’esperienza davvero particolare, difficile esprimere a parole le sensazioni che mi ha lasciato… la scoperta da un lato di una evoluzione già avvenuta in certi raggi, dall’altro la conoscenza di aspetti non noti della mia personalità, il tutto condito con l’esperienza e la passione di Paolo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *